Il Biologo Nutrizionista: il professionista della nutrizione

di Claudia Cutrini

//Il Biologo Nutrizionista: il professionista della nutrizione

Il Biologo Nutrizionista: il professionista della nutrizione

Ultimamente si sente ripetere spesso in televisione una parola che ritroviamo in quasi tutte le riviste e quotidiani questa è: Nutrizionista o Biologo Nutrizionista. Ma se ne conosce davvero il significato? Chi è davvero il Nutrizionista?

nutrizionista

Il Biologo Nutrizionista è un Laureato in Scienze Biologiche che in seguito alla laurea magistrale, l’esame di stato, successive specializzazioni, corsi di formazione e regolare iscrizione all’ Ordine dei Biologi (obbligatoria per Legge) è abilitato all’ esercizio della professione e:

  • possiede una solida conoscenza delle proprietà dei nutrienti e dei non nutrienti contenuti negli alimenti e le eventuali modificazioni durante i processi tecnologici
  • conosce specificatamente i meccanismi biochimici e fisiologici della digestione e dell’assorbimento, i processi metabolici a carico dei nutrienti e riconosce gli effetti dovuti alla malnutrizione per eccesso e per difetto
  • è in grado, in base alle tecniche e alle metodologie apprese, di valutare la composizione corporea e il metabolismo energetico e i fabbisogni nutrizionali del singolo. Quindi conoscere e applicare le principali tecniche di laboratorio per valutare lo stato di nutrizione relativo ai macronutrienti e micronutrienti e saperne interpretare i risultati;

Il Nutrizionista deve conoscere la legislazione alimentare e sanitaria nazionale e comunitaria per quanto riguarda la commercializzazione e il controllo degli alimenti, degli ingredienti, degli additivi e degli integratori alimentari;

Il Nutrizionista deve essere in grado di definire gli apporti energetici e le qualità nutrizionali dei singoli alimenti e conoscerne la composizione di base ed i fattori che regolano la biodisponibilità dei macro e micronutrienti; assicurarsi e verificare la corretta assunzione di alimenti per raggiungere i livelli raccomandati di nutrienti per il mantenimento di uno stato di salute ottimale sia su persone normali che in particolari condizioni fisiologiche, quali  stress, disturbi dell’alimentazione, gravidanza, allattamento, crescita, senescenza ed attività sportiva sia fisica che agonistica;

Conosce l’influenza degli alimenti sul benessere e sulla prevenzione delle malattie ed i livelli di sicurezza degli stessi sottoposti a trasformazioni tecnologiche e/o biotecnologiche, nonché i livelli tossicologici, le dosi giornaliere accettabili ed il rischio valutabile nell’assunzione di sostanze contenute o veicolate dalla dieta.

Il Nutrizionista deve inoltre saper informare ed educare gli operatori istituzionali e la popolazione generale sui principi di sicurezza alimentare.

Tutto ciò che avete appena letto rende il Biologo Nutrizionista l’unico professionista a favore del quale esistono precise norme di rango legislativo (La professione del Biologo nel settore della Nutrizione Umana è regolamentata da: Legge 396/1967, DPR 328/2001, DM n.362/1993) che riconoscono la sua competenza a:

  • valutare i bisogni nutritivi ed energetici dell’uomo
  •  determinare diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi ec..in relazione alla loro composizione ed alle caratteristiche dei soggetti (età-sesso-tipo di attività ecc…)
  • determinare diete speciali per particolari accertate condizioni patologiche in ospedali, nosocomi ecc

Il Consiglio Superiore di Sanità nella seduta del 12 aprile 2011 inerente le competenze in nutrizione di medico, biologo e dietista, esprime il seguente Parere:

  • Mentre il medico-chirurgo può, ovviamente, prescrivere diete a soggetti sani e a soggetti malati, è corretto che il biologo possa elaborare e determinare diete di cui è stata diagnosticata una patologia, solo previo accertamento delle condizioni fisiopatologiche effettuate dal medico chirurgo.
  • Il biologo può autonomamente elaborare profili nutrizionali al fine di proporre alla persona che ne fa richiesta un miglioramento del proprio “benessere”, quale orientamento nutrizionale finalizzato al miglioramento dello stato di salute. In tale ambito può suggerire o consigliare integratori alimentari, stabilendone o indicandone anche la modalità di assunzione.
  • Il dietista, profilo nutrizionale dell’aria tecnico-sanitaria, individuato dal D.M. 14 settembre 1994, n.744, ex art. 6, comma 3 del D.Lgs. 502/92, “svolge la sua attività professionale in strutture pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero professionale” e, in particolare, in collaborazione con il medico ai fini della formulazione di diete su prescrizione medica.

Non bisogna rivolgersi al Biologo Nutrizionista aspettandosi una semplice dieta dimagrante o per farsi prescrivere la pillolina dimagrante (cosa che non può fare).

Il ruolo del Nutrizionista va oltre il redigere una dieta dimagrante che omologa la massa, il suo ruolo è quello di aiutare il paziente ad acquisire una coscienza e una cultura alimentare che gli permetterà di abbandonare cattive e radicate abitudini che lo hanno portato ad assumere peso e malessere psico fisico, garantendo nel lungo periodo il mantenimento dei traguardi raggiunti e del suo benessere.

Questa nuova cultura alimentare non significa soltanto perdere peso, ma acquisire una concezione nuova del valore del cibo (conoscendone qualità e proprietà) e come esso può (anche con semplici preparazioni), se sfruttato nel modo giusto, aiutarci a raggiungere un rapporto di armonia tra il corpo e cibo da cui potremo trarne solo vantaggi.

Perché una sana alimentazione significa uno stile di vita più salutare e una minore incidenza di malattie con un conseguente rallentamento dei processi degenerativi e di invecchiamento.

Free-Clipart-of-Light-BulbIl Biologo Nutrizionista è un professionista con alle spalle un percorso di studi lungo dove ha acquisito una coscienziosa professionalità ed una seria etica per cui non si svende ai vari Groupon, LetsBonus e quant’altro … diffidate da quanti vi “vendono” questo servizio (l’Ordine Nazionale dei Biologi ha introdotto delle sanzioni per i colleghi che si avvarranno di queste metodiche per promuovere la propria attività).

By | 2017-11-01T12:57:11+00:00 novembre 14th, 2014|Tags: |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: