Dieta dopo le feste

//Dieta dopo le feste

Dieta dopo le feste

 

abbuffata-da-feste-natalizie

Dopo le feste Natalizie che ci hanno visti impegnati in banchetti, pranzi, cene, dopocena, tombole in famiglia e con gli amici e che hanno visto come protagonisti grassi saturi, calorie e chili in più, arriviamo oltre che intossicati e appesantiti, anche animati da un lotta interna fra i sensi di colpa (per gli stravizi fatti) e l’ansia generata dalla preoccupazione di come poter rimediare.

Per i più bravi che hanno seguito in questo periodo il consiglio “poco ma di tutto” non servirà far altro, per tornare in forma, di riprendere il piano alimentare che si seguiva incrementandolo magari con un po’ di attività fisica in più. … ricordo che è possibile fare movimento anche in casa anche senza per forza dover uscire (quindi eliminata la scusa del fuori fa freddo 😉 ).

 

Dimagrire ogni giorno in 7 minuti

Dimagrire ogni giorno in 7 minuti

 

Tutti gli altri possono invece (oltre che di contattarmi) seguire i consigli seguenti:

  1. Assolutamente non applicate la pratica delle condotte compensatorie ossia l’usanza del digiuno. In molti credono erroneamente che saltando i pasti o eliminando carboidrati (i soliti condannati) si perdono i chili acquistati. Le condotte compensatorie sono dannose  per l’organismo, oltre a costituire paradossalmente il presupposto per un ulteriore rallentamento del metabolismo, che tende spontaneamente ad adattare i propri consumi alle quantità di cibo introdotte. Si deve marcare a fuoco nella nostra testa che anche se si perde peso cioè se la bilancia segnala una diminuzione del peso corporeo questo non è indice di perdita di massa grassa cosa su cui deve essere focalizzata la nostra attenzione… digiunando non perdete grasso ma acqua o muscolo …non considerando poi i danni arrecati al sistema gastro-intestinale.
  1. Tornare al buon uso della sana alimentazione ripartendo la giornata nei tre pasti principali (che non devono MAI essere saltati) colazione- pranzo-cena più i due spuntini. Incredibile ma vero questa distribuzione ha l’effetto di aumentare l’efficienza metabolica del nostro corpo, attivando i processi combustivi.
  1. Dare la giusta importanza a tutte le tipologie di nutrienti preferendo carboidrati a basso indice glicemico, quindi integrali, alternandoli con cereali come quinoa (ig 35), amaranto (ig 35), kamut integrale (ig 40) orzo (ig 30-25), teff etc.. Preferire proteine vegetali o proteine magre, in particolare quelle del pesce e/o delle carni bianche, riducendo drasticamente il consumo di formaggi, preferendo quelli a basso tenore di grassi, carni rosse e affettati. Verdura di stagione ad ogni pasto principale cercando di utilizzare cotture che ne preservino i valori nutrizionali come la cottura a vapore o semplicemente saltate in padella.
  1. Ridurre drasticamente l’uso del sale, dei cibi saporiti e salati. Abbandonate tutte le salse, panne e burri.
  1. La Frutta, anche se la stagione non fornisce molta scelta, non deve mai mancare negli spuntini. Se lo si gradisce, e si ha la possibilità, possono essere introdotte anche delle verdure come carote o finocchi; possono essere usate insieme alla frutta per dare vita a degli ottimi frullati.
INGREDIENTI: ½ tazza di succo di mela bio, 1 tz di verdura cotta, 1 tz di carote tritate, ¼ di polpa di mela, ¼ c.ino di zenzero in polvere, pizzico di sale pepe se si gradiscePROCEDIMENTO: unire carote, succo di mele zenzero e cannella dal basso verso l’alto a ottenere un frullato cremoso. Aggiungere sale e pepe a piacere.
  1. I dolciumi avanzati regalateli oppure fatene un uso sporadico e sostituiteli con dolci sani.
  1. Bere the verde, the bancha o nero che aiutano il funzionamento del nostro metabolismo. Visto il tempo fuori durante la giornata bevete senza problemi tisane aromatizzate. Se invece dopo cena avete voglia di qualcosa di dolce e la tisana non vi soddisfa potete bere del succo di mela ( bio e senza zuccheri aggiunti ig 40) tiepido con l’aggiunta di cannella. Potrebbe essere vero che il succo di mela potrebbe avere, specie se non bio e se contenente degli zuccheri, un indice glicemico medio-alto ma è anche vero che da sempre la cannella agisce sia lo scioglimento dei grassi che sulla riduzione del colesterolo quindi insieme forniscono un ottimo dopo cena … ah e non dimentichiamo il suo effetto calmante che ci garantisce un sonno calmo e ristoratore.
  1. La frutta secca che vi ha accompagnato in tanti dopo cena con gli amici d’ora in avanti costituirà parte dei vostri spuntini mattutini o pomeridiani. Non eccedete nelle quantità 5- 6 mandorle al giorno sono l’ottimo e non vi preoccupate di ingrassare perché la loro assunzione può portare solo dei benefici .. L’importante è che non eccediate.
  1. Mangiate lentamente. In questo modo oltre ad assaporare e gustare maggiormente il sapore dei cibi in più permetterete la secrezione dell’ormone leptina che invia al cervello il segnale di sazietà.
  1. Non cadete in tentazione di fronte a panettoni e torroni o dolciumi di altro genere: non dimenticate che la sensazione di fame (che non è la fame vera e propria) svanisce dopo circa 15-20 minuti per cui tenetevi occupati per quel lasso di tempo…un ottimo aiuto è lavarsi i denti oppure portare il vostro cane a fare una passeggiata oppure chiamate una vostra amica.
  1. Intraprendete una moderata attività fisica di tipo aerobico con intensità moderata per almeno 30-40 minuti al giorno al fine di ottenere una riduzione di peso.
  1. Se hai ancora dei dubbi o se vuoi saperne di più… contattami!

 

 

By | 2017-11-01T12:57:11+00:00 dicembre 31st, 2014|Tags: |
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: